Abolizione dello sfruttamento e del traffico dei bambini

 

KEAN sostiene l’organizzazione internazionale Love146 per la realizzazione in Grecia di una campagna contro il traffico e lo sfruttamento dei bambini.

 

LOVE146

Love146 (www.love146.org) lavora per l’abolizione del traffico dei bambini ed il loro sfruttamento attraverso la Prevenzione e il Reinserimento e contribuendo ad un crescente movimento di abolizione.

 

LA STORIA

A settembre del 2002 Rob Morris, Lamont Hiebert, Desirea Rodgers e Caroline Hahm, co-fondatori di Love146, hanno iniziato un viaggio d’esplorazione nel Sue Est Asiatico per capire come poter essere utili nella lotta al traffico sessuale dei minori. Sono stati testimoni di come i bambini vengano venduti per sesso nei bordelli. Nelle case rifugio hanno invece scoperto il miracolo del “recupero” dei bambini, ballando e cantando con i sopravvissuti. Già da questo primo viaggio era nata il loro l’idea di lottare per l’abolizione del traffico dei bambini.

 

 

“Ad ottobre del 2007, dopo una lunga discussione su chi siamo in quanto associazione e in quanto gruppo di persone, abbiamo deciso di cambiare nome. Abbiamo riflettuto molto su cosa ci ha spinti, cosa ci ha motivati e cosa crediamo possa portare ad un cambiamento radicale. In quel momento abbiamo deciso di cambiare il nostro nome da JFCI a Love146, e non ci siamo più voltati indietro.” 

"Il suo numero era 146. Aveva un piercing infettato, e ci fissava da dietro il vetro. She was looking beyond the glass. Nei suoi occhi c’era ancora vita. C’era ancora vita in quella ragazza…”

Pensare che il traffico sessuale dei bambini accada solo nei paesi in via di sviluppo è totalmente sbagliato.

I bambini sono vittime della tratta attraverso l’Europa ogni giorno.

 

L’IDEA DI LOVE146

Il nostro impegno è per l’abolizione della tratta e dello sfruttamento. Nient’altro.

 

L’OBIETTIVO DI LOVE146

Abolizione e Recupero sociale! Combattiamo la tratta e lo sfruttamento attraverso la protezione  e il recupero dei bambini!

In Grecia, LOVE146ha iniziato le sue azioni in collaborazione con l’associazione registrata KEAN-Cell Alternative Youth Activities (www.kean.gr). Il lavoro di Love146-Grecia riguardo la consapevolezza dei giovani su questioni come la schiavitù e il traffico dei bambini è sostenuto dall’iniziativa “The no Project” (www.thenoproject.org) e la ONG "New Life" (www.neazoi.org), mentre stiamo sviluppando le comunicazioni e la collaborazione con la ONG '"Arsis" (www.arsis.gr).

 

 

Il nostro obiettivo  è l’apertura ufficiale della branca greca e il coordinamento degli eventi volti ad aumentare la consapevolezza dei cittadini, educare la nuova generazione e lavorare affichè la tratta cessi di esistere.

Il nostro scopo è utilizzare un approccio olistico,  the holistic approach, with responsibility and systematic way a global phenomenon that already grows in the greek neighborhoods, by bringing in contact volunteers and authorities.

Il nostro scopo è di aiutare ogni bambino ad essere bambino.

 

 

Apri gli occhi. Spargi la voce.

Di seguito trovate lo spot televisivo di Love146-Greece con il supporto di MAD TV e MAD Radio 106.2

 

 

 

EVENTI

CONFERENZA STAMPA- 8/11/2012

Giovedì 8 Novembre 2012 dalle 14:00 alle 15:00 nella libreria "Free Thinking Zone”, Skoufa 64 & Grivaion, Athens, K.E.A.N. (Cell of Alternative Youth Activities) ha tenuto una conferenza stampa che ha avuto molto successo per la campagna di Love-146 Grecia e per la partecipazione dell’associazione alla trentesima Maratona Classica di Atene domenica 11 novembre 2012.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il president di Kean, Stavros Milionis, la responsabile delle comunicazioni di Love146 Grecia, Mantalena Kaili, la specialista dei diritti dei bambini come autorità indipendente "The Greek Ombudsman" Maria Tsagari, l’operatore sociale del Greek Council for Refugees Mariella Michailidou, la giornalista del British channel ITV Maria Kagelidou, la Presidente della prima Comunità Municipale di Atene Martha Floratou.

Le principali questioni sollevate e discusse durante la conferenza stampa sono state le seguenti:

  • L’organizzazione Love146 in Grecia e il support di KEAN-Cell of Alternative Youth Activities alla loro campagna
  • Traffico e sfruttamento sessuale dei minori in Grecia
  • Mancanze nella comunicazione su sfruttamento sessuale e traffico dei minori all’interno dei nostri confini rivolta a genitori, professori e professionisti
  • Attenzione mediatica nei confronti dei bambini
  • Importanza del ruolo dei professori e educatori per una corretta educazione dei più giovani
  • Sviluppo di un software per l’educazione sessuale nelle scuole
  • Violenza domestica e struttura familiare

La discussione è scaturita sulla base degli argomenti sopracitati tra gli oratori, i consulenti professionisti e gli educatori, in modo da iniziare immediatamente a prendere misure strategiche per una buona informazione del pubblico, la creazione di reti per un confronto olistico del fenomeno. 

 

MARATONA CLASSICA DI ATENE

Domenica 11 Novembre KEAN ha partecipato con 30 corridori alla quinta Maratona Classica di Atene. I corridori hanno corrisposto una cifra simbolica per sostenere la causa. 

 

PRESENTAZIONE DI LOVE 146 GRECIA

Il 21/11/2012 c’è stata una presenzione aperta dei libri nella libreria "Free Thinking Zone", Skoufa 64 & Grivaion, ad Atene, sulla pubblicazione del romanzo in “Zaza” di Kiriakos Athanasiadis.

Love146 Grecia ha avuto l’onore di partecipare all’evento con una breve presentazione delle sue attività ed azioni a livello internazionale ed eventualmente anche in Grecia. Una piccola parte dei guadagni del libro verranno destinati alla campagna di Love146 in Grecia.

Grazie per il sostegno.

 

LA SQUADRA DI BASKET PAOK JUNIOR SOSTIENE LOVE146 GREECE!

"Grazie alla squadra di basket greca PAOK per il loro sostegno a LOVE146 Europa, per aver usato lo sport per rendere le persone più consapevoli e insegnare lo spirito di gruppo!”

 

 

EVENTO PER EDUCATORI-PROTEZIONE DEI MINORI 20/4/2013

Domenica 20 Aprile, dalle 11:00 alle 14:00 nell’Anfiteatro del 9.84, a Technopolis, nel quartiere di Gazi ad Atene le associazioni K.E.A.N. (Cell Alternative Youth Activities), Love146 contro lo sfruttamento sessuale e il traffico dei minori e OPANDA (Organizzazione per la Cultura, i Giovani e lo Sport del Comune di Atene)hnno tenuto un evento sulla protezione dei minori e sull’espansione del fenomeno del traffico minorile, con lo scopo  di informare gli educatori di vari settori.

Il titolo dell’evento “ È una mia responsabilità…anche di proteggerti?

Nel corso dell’evento il pubblico ha avutoanche  l’opportunità di vedere il film, inerente al tema, “The Whistleblower”.

Dopo la proiezione è stato dato spazio alla discussione tra publicco e comitato, il quale era compost dai seguenti partecipanti:  Direttore dell’Educazione fisica- Misnistro dell’Istruzione, della Cultura e dello Sport, Daskalakis Stelios, Direttore della comunicazione di Love146 Grecia, Kaili Mantalena, il Presidente di KEAN, Milionis Stavros, Consulente del Coordinamento Nazionale della lotta contro il traffico minorile-Segretario generale per gli Affari Europei, Ministro degli Affari Esteri, Moskoff Heracles, Procuratore Pubblico della Corte dei Giudici del Distretto di Atene, Skafida Areti,Educatore e membro della prima Comunità Municipale di Atene, Floratou Martha, Direttore operativo di Love146 Europa, Gaz Kishere.

Nella seconda parte dell’evento ha avuto luogo una discussione tra gli educatori e il comitato. Nello specifico, gli educatori hanno illustrato alcuni casi in cui degli studenti hanno subito abusi all’interno della scuola. Si è inoltre parlato del fatto che, nonostante alcune situazioni si siano potute risolvere anche grazie all’intervento degli educatori, sfortunatamente c’è una grave mancanza d’informazione da parte delle istituzioni statali sulle procedure che dovrebbero essere seguite. Per questo motivo è stato proposto di creare una proposta di manuale specifico per le scuole, da distribuire sia agli studenti che ai professori. È stata inoltre discussa l’attuale situazione nel nostro paese del traffico dei minori ed in particolare l’ aumento del fenomeno del lavoro minorile, ampiamente sottolineata dal Signor Moskoff Heracles.

È stato inoltre sottolineato il bisogno di una comunicazione sistematica e professionale tra educatori e genitori  per una conoscenza e una consapevolezza maggiore del fenomeno, soprattutto nelle scuole.

La discussione sugli argomenti citati è stata portata avanti dai relatori, dai consulenti specializzati e dagli educatori in modo da poter cominciare immediatamente a prendere misure strategiche per una maggiore informazione e per la creazione di reti volte al confronto olistico sul fenomeno.

 

 

NOTIZIE

 

 

Con il supporto di  

 

         

 

    

 

Sponsor

 

           

                              

Sponsor della comunicazione